pefs

PANNICOLOPATIA, PEFS O CELLULITE COS’E’ IN REALTA’?

in qualsiasi modo la chiamiamo è il tormento dell’80% delle donne, anche quelle magre, anche quelle che si allenano e in molti casi anche quelle cha mangiano bene…

E’ riconosciuta come patologia e prende il nome dal tessuto che colpisce, il pannicolo adiposo (strato di tessuto connettivo sotto la pelle).

COME SI MANIFESTA? In base allo stato che ha raggiunto presenta edemi più comunemente definiti ristagno di liquidi o ritenzione idrica. Questo “liquido in eccesso” negli spazi tra le cellule dei tessuti causa un “soffocamento” dei vasi sanguigni e linfatici che portano ossigeno e nutrimento ai tessuti, ma anche rimuovono le scorie e i prodotti di scarto cellulare da questi tessuti. Avremo così un’area infiammata e intossinata. Il peggiore dei casi si ha quando anche le cellule adipose vengono compresse e si forma un reticolo che crea l’effetto a materasso, quando le notre fibre collagene avvolgeranno tutto in questo reticolo aimè sarà troppo tardi per tornare indietro…

Prima di ritrovarti con un tessuto a materasso, freddo, dolorante che compromette lo stato di salute di tutte le tue gambe e terribilmente atiestetico devi sapere anche come agire…

devi farti seguire da una professionista del settore, mi capita spesso di sentire che le persone si fanno massaggiare oppure applicano creme, e si lamentano del fatto che non ottengono alcun risultato valido e duraturo, oppure che in pochi mesi non sono pronte per la prova costume… lasciatemi affermare che questo tipo di problema non si risolve con nessun prodotto miracoloso e la manipolazione se fatta nel modo sbagliato causerà anche problemi maggiori; abbiamo a che fare con un tessuto principalmente infiammato e l’ultima cosa da fare è andare a massaggiarlo in modo agressivo, mi sono sentita dire da alcune clienti “…ma mi ha detto che mi rompeva i noduli della cellulite…”, diffidate di chi asserisce questo, se sono presenti dei reali noduli non è possibile “romperli”, l’unica cosa che otterrete è una maggior infiammazione, un maggior stress dei vasi e quasi sempre, non solo una soluzione, ma anche un peggioramento della situazione.

Ci vuole del tempo per trattare il problema, deve essere fatto gradualmente affrontandolo da più fronti, mettendo in sinergia più aspetti, chi ha studiato la PEFS sa perfettamente come agire, come tutte le manifestazioni della nostra pelle presenta un disequilibrio interno, è quindi necessario dare all’organismo il tempo di riorganizzarsi… non esistono miracoli, se ci fossero pensi che le aziende cosmetiche continuerebbero a vendere prodotti?

Se hai qualche problema di salute aspetti o agisci in qualche modo? pretendi che in un giorno i problemi si risolvano o segui una terapia? Lo stesso vale per i problemi della pelle e la pannicolopatia è degenerativa, ti provocherà dolore, pesantezza e edemi se non te ne occupi in tempo.

QUAL’E’ IL PIANO CHE POSSIAMO METTERE IN ATTO INSIEME PER COMBATTERE QUESTA MALEDETTA CELLULITE, ci sono una serie di cose che dipendono solo e unicamente da te, chiamiamole buone abitudini, io ti posso consigliare e aiutare a capire quali sono. Mentre ci sono dei percorsi estetici specifici sudiati e aggiornati, che puoi affrontare insieme a me, avrai una consulente di Bellezza vicino pronta ad aiutarti e sostenerti, un paio di consigli:

  • inizia dedicandoti del tempo, te lo meriti, come devi procurarti il tempo per farti la doccia e lavarti i denti, che sono delle buone abitudini, puoi tranquillamente prenderti 5 minuti al giorno per mettere la tua crema specifica o un’ora alla settimana per un trattamento specifico.

  • Non affidarti per la tua cura domiciliare al primo che passa che non conosce la tua pelle, ti rifilano spesso dei prodotti in base a quello che gli dici senza verificare per esempio se si tratta di una pelle grassa per effetto rebound (reazione per aggressione) oppure se è davvero una pelle grassa, nel primo caso con un prodotto sbagliato la situazione peggiorerebbe nettamente (non ti dico la quantità di volte in cui mi è capitato di vedere questo). Spesso vedo persone che consigliano creme che prima facevano i lavori più disparati e non hanno idea nemmeno di come sia fatta l’epidermide. Non voglio denigrare nessuno ma, a ognuno il suo mestiere, e i danni possono essere effettivamente tanti e anche difficili da recuperare.

  • Non aspettare che la situazione peggiori, che sia più difficile recuperarla, affidati a chi lavora e studia tutto l’anno per risolvere problemi come il tuo e che ha le conoscenze necessarie non solo per darti un risultato al momento, ma per mantenerlo nel tempo. Una dieta povera di zuccheri e grassi darà risultati immediati nel tempo, ma appena riprenderai a mangiare come prima, saranno vanificati, non solo, nuocerà alla tua salute e al tuo metabolismo, ripetto ad un regime alimentare corretto.

Volersi bene e prendersi cura di se stessi nn è una questione solo di estetica anche se ho intrapreso qusto mestiere perchè ho visto migliorare l’umore e la qualità di vita di alcune persone solo vedendosi meglio e dedicandosi un po’ di tempo per se tra lavoro, impegni e figli.

Quando deciderai di dedicarti il tempo e l’attenzione che meriti io sarò ben lieta di illustrarti, attraverso un’attenta analisi, il percorso più indicato e giusto per te.

Cher la Tua Consulente di Bellezza